IO NON RISCHIO: TERREMOTO

cropped-INR_2014_Banner_600x2002.jpg

Io non rischio Terremoto è la campagna nazionale per la riduzione del rischio sismico  promossa e realizzata dal Dipartimento della Protezione Civile, da ANPAS, dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e dal Consorzio della Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica, in accordo con le Regioni e i Comuni interessati.

L’iniziativa nasce nel 2011 dalla collaborazione tra il volontariato di protezione civile, le istituzioni e il mondo della ricerca scientifica. La campagna si svolge in località ad elevata pericolosità sismica e in alcune grandi città in cui si possono avvertire forti terremoti. Protagonisti principali di questa iniziativa sono i volontari, cittadini che si assumono in prima persona la responsabilità nella prevenzione del rischio e che scendono in piazza per sensibilizzare i cittadini rispetto al rischio sismico.

L’edizione 2014 della campagna si svolgerà il 14-15 giugno in 230 piazze di più di 220 comuni su quasi tutto il territorio nazionale. Circa 3.500 volontari delle sezioni locali di 21 associazioni nazionali di protezione civile saranno impegnati in piazza a sensibilizzare i propri concittadini sul rischio sismico. In particolare, parteciperanno alla campagna 2014 le sezioni locali di Ana, Anai, Anpas, Anvvfc, Avis, Cisom, Cives, Cri, Fin, Fir Cb, Lares, Legambiente, Misericordie, Nucleo di protezione civile Inps, Prociv-Arci, Prociv Italia, Psicologi per i popoli, Rnre, Ucis, Unitalsi, Vab. Inoltre, saranno in piazza le associazioni regionali e i gruppi comunali di Campania, Friuli Venezia Giulia, Valle d’Aosta e Veneto.

Oltre alla campagna Io non rischio Terremoto, in più di 20 piazze della Calabria, della Campania, della Puglia e della Sicilia orientale, si svolgerà nello stesso weekend del 14-15 giugno anche l’iniziativa Io non rischio Maremoto, per parlare ai cittadini anche del rischio maremoto e promuoverne un ruolo attivo nel campo della prevenzione.

Lo scorso anno Io non rischio Terremoto è stata realizzata in 208 piazze di 197 comuni italiani di quasi tutte le regioni italiane, nel 2012 in 102 piazze, mentre nel 2011 si è svolta in via sperimentale in nove piazze di sei regioni italiane.

FOTO DELL’EDIZIONE 2013

Oltre alle giornate in piazza, la campagna Io non rischio prevede anche iniziative dedicate al mondo del lavoro e alle scuole.

Nel weekend dedicato alla campagna vengono allestiti degli stand informativi nelle piazze dei comuni interessati. I volontari distribuiscono i materiali informativi e rispondono alle domande dei cittadini sulle possibili azioni da fare per ridurre il rischio sismico. Al centro dell’allestimento di ogni piazza di Io Non Rischio Terremoto c’è un totem: un’installazione composta da scatoloni sovrapposti, colorati e illustrati, che contiene giochi e interazioni sul rischio sismico, per facilitare la comunicazione tra volontari e cittadini.

Scarica i materiali informativi della campagna:

Pieghevole. Spiega in termini semplici cosa deve sapere il cittadino per imparare a prevenire e ridurre i danni dei terremoti e cosa può fare nella propria casa, con il consiglio di un tecnico, oppure da solo, fin da subito.

Scheda. Contiene informazioni utili per  tutta la famiglia sui comportamenti da adottare durante il terremoto e subito dopo. La scheda può essere conservata e anche appesa.

I materiali sono scaricabili solo per uso personale. Se vuoi usare i materiali in iniziative di protezione civile diverse da Io Non Rischio Terremoto, ricordati che sono protetti da copyright e che devi inviare una richiesta di autorizzazione con la descrizione dell’iniziativa a info@iononrischio.it. 

fonte: www.iononrischio.it


Lascia un commento