Orchidea UNICEF 2018 a Caposele

Il 21 e 22 aprile 2018, il Comitato Italiano per l’UNICEF tornerà nelle piazze di tutta Italia con l’iniziativa Orchidea 2018, giunta alla sua nona edizione. I volontari UNICEF, in oltre 2.000 piazze italiane, distribuiranno in questo week end, a fronte di un’offerta minima di 15 euro, una delle Orchidee UNICEF.

Anche #Caposele parteciperà all’iniziativa: i volontari della Pubblica Assistenza Caposele vi aspetteranno in C.so S.Alfonso a #Materdomini e in piazza Dante a #Caposele dalle 09:30 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 18:00 di sabato e domenica.

Anche per l’edizione 2018, chiunque volesse contribuire alla ricerca può contattarci allo 0827223133, richiedere l’orchidea o le orchidee, il tutto gli verrà consegnato direttamente a domicilio.

In otto edizioni, grazie all’Orchidea UNICEF sono stati raccolti più di 12 milioni di euro. Durante l’edizione 2017 di Orchidea e grazie al sostegno di circa 10.000 volontari in tutta Italia, sono stati raccolti oltre 1 milione e 20 mila euro. I fondi raccolti sono stati destinati alla Campagna “Bambini Sperduti”, in difesa dei Minori Stranieri Non Accompagnati: bambini che arrivano nel nostro Paese soli, in fuga da contesti invivibili caratterizzati da guerre, povertà e violenza.

Da gennaio a giugno 2017, grazie alla campagna “Bambini Sperduti”:

– 9.190 bambini e adolescenti sono stati assistiti da team di operatori mobili sul territorio e nei centri di supporto, raccogliendone dati identificativi e indirizzandoli verso servizi specialistici;

– 4.256 tra bambini e adolescenti sono stati beneficiari di attività d’istruzione, negli Spazi a misura di bambino e di materiali per l’apprendimento per l’inserimento nei programmi scolastici;

– 1.086 bambini sotto i 2 anni sono stati assistiti per l’alimentazione neonatale, con misure di supporto nutrizionale, materno e per la prima infanzia.

In Italia, 4.893 minori sono stati assistiti da team di operatori mobili sul territorio, 967 MSNA hanno beneficiato di aiuti di primo soccorso, 857 operatori di prima linea sono stati formati attraverso il Piano di Risposta ONE UNICEF Response.

Col tuo aiuto possiamo fare molto di più, #aiutaciadaiutare

 


Lascia un commento