Rinnovo patente: basta tagliando, ci sarà il duplicato

patente-620x350Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti cambia la procedura per il rinnovo della patente: si dovrà consegnare una fototessera aggiornata ed il duplicato verrà inviato a casa.

Un decreto del Ministero dei Trasporti, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale lo scorso 2 ottobre, modifica la procedura del rinnovo della patente, con l’obiettivo di renderla più snello, oltre che rendere il documento decisamente più leggibile e con una fotografia attuale, rispetto ad ora, dove poteva esserci un’immagine del guidatore anche vecchia di decine d’anni. La novità più sostanziale è l’addio al classico tagliando di rinnovo, ma verrà rilasciato un nuovo duplicato della propria patente di guida.

Dal 9 gennaio 2014 non basterà più applicare l’etichetta adesiva con riportata la nuova scadenza, ma si dovrà consegnare una foto-tessera aggiornata e pazientare che il nuovo documento venga consegnato a casa. Lo stabilisce un decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 10 dicembre e che entrerà in vigore dopo 30 giorni. Sono comunque previsti 20 giorni di tolleranza, affinché le strutture mediche si adeguino al nuovo iter.

Il titolare della patente si dovrà presentare dal medico con una fototessera recente e, una volta superata la visita, il dottore compilerà un documento online e lo invierà telematicamente alla motorizzazione, insieme alla foto ed alla firma del titolare. In tempo reale, verrà generata una ricevuta, in cui saranno inseriti i dati anagrafici, il numero e la categoria della stessa, le eventuali prescrizioni relative al conducente o a modifiche del veicolo e la nuova data di scadenza della patente stessa, che ora coincide con la data di compleanno.

Questo documento provvisorio verrà consegnato al titolare e gli permetterà di circolare per 60 giorni, in attesa che la nuova patente arrivi per posta a casa (dovrebbe volerci una decina di giorni). Quando il duplicato è arrivato, la vecchia patente andrà distrutta, visto che sarà priva di validità. Queste novità entreranno in vigore ad un mese dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, quindi dal prossimo 2 novembre, previa la pubblicazione di un altro decreto attuativo d’intesa con il Ministero della Salute.

Il costo dell’operazione ammonta a 25 euro. Tale cifra è determinata dai 16 euro di marca da bollo e dai 9 euro in diritti di Motorizzazione. Entrambi vanno pagati tramite bollettino postale, da esibire poi al medico insieme alla fototessera. La visita medica costa invece 6.80 euro.

fonte: http://www.autoblog.it/


Lascia un commento